CONVEGNI & WORKSHOP

Previous Next
Il Budget 2018: quali scenari si prospettano?

Il Budget 2018: quali scenari si prospettano?

DESCRIZIONE

L'economia italiana sembra in fase di ripresa, ciononostante la crescita del PIL è più lenta di quella registrata mediamente in Europa e ancor più lontana dalle prestazioni medie mondiali. La ripresa dell'economia italiana è stata supportata dalla politica monetaria della BCE, dalla caduta dei prezzi delle commodities, dalla crescita dei tradizionali mercati di sbocco delle nostre esportazioni e anche dall'azione del Governo italiano che ha attivato una politica fiscale leggermente espansiva e avviato alcune delle progettate riforme strutturali mirate ad aumentare la competitività del paese.

Il contesto internazionale evidenzia una buona ripresa economica, anche se il commercio internazionale può essere condizionato dalle propensioni protezionistiche manifestate dagli Usa. Si sta manifestando inoltre una forte instabilità geopolitica a causa della Brexit, della debolezza politica dell'Europa dei crescenti flussi di migrazione, del persistere di tensioni e guerre e della persistente minaccia del terrorismo. Ne consegue una rilevante incertezza che può penalizzare gli investimenti.

La crescita del Pil si assesterà sui ritmi attuali o avrà una accelerazione?
L'instabilità politica continuerà a sua volta ad influenzare il clima di incertezza e di sfiducia degli investitori?
Quale effetto avranno i fenomeni internazionali sull'economia mondiale? E quanto possono ridurre lo slancio di ripresa di quella italiana?
La legge di bilancio quanto sarà condizionata dalle richieste europee e che effetto avrà sulla crescita del PIL?
Il Governo sarà in grado di continuare a perseguire una politica di attivazione delle riforme strutturali previste e ancora da attivare?
E in caso positivo quanto potranno incidere sulla crescita dell'occupazione e su un ritorno della produttività a livelli europei in tempi non troppo lunghi?
La fragilità del sistema bancario, determinata dalla presenza di un elevato ammontare di crediti in sofferenza e dalla crisi di alcune banche, potrà essere attenuata aiutando a diminuire a sua volta l'incertezza e l'instabilità che grava sull'economia?


IL PROGETTO

Dall'esigenza di comprendere le implicazioni che l'andamento delle variabili macroeconomiche e le relative conseguenze sociali hanno sulle imprese nasce una nuova iniziativa Cfmt: Micromacro - uno strumento di supporto per le prossime decisioni.
L'obiettivo di MicroMacro è quello di fornire a manager e imprese uno strumento conoscitivo dinamico, composto da un dashboard di indicatori selezionati e commentati da un Advisory Board molto qualificato composto da: Mariano Bella di Confcommercio-Imprese per l'Italia, Marcello Bianchi di Nagima, Gregorio De Felice di Intesa Sanpaolo ed Enzo Rullani di T-Lab Cfmt.

Micromacro è anche un ciclo di workshop, con cadenza trimestrale, che aiuta ad elaborare una riflessione sull' evoluzione del contesto macroeconomico e il suo impatto sull'attività delle imprese per governare la crisi.
I workshop hanno un taglio molto pragmatico ed interattivo grazie alla presenza di un panel qualificato di esperti appartenenti al mondo accademico, istituzionale e delle imprese che si alternano nel dibattito.
Il focus di ciascun workshop è scelto sulla base delle evidenze emerse dagli indicatori ancorati a temi di forte attualità.

Accesso Portale

Login cognome e nome (ed eventuale secondo nome) separati da uno spazio

Password data di nascita senza spazi es: 18041961

x

Accesso Portale

Login cognome e nome (ed eventuale secondo nome) separati da uno spazio

Password data di nascita senza spazi es: 18041961

x