Salta al contenuto principale

Agile project management

Scopri i vantaggi della metodologia Agile per la gestione dei progetti

Obiettivi

Le organizzazioni di oggi si confrontano sempre di più con un contesto complesso e rapidamente mutevole. Quali strumenti hanno i loro manager per gestire tutto questo?
La risposta è ormai unanime: con un approccio “Agile”.

Secondo il PMI (Project Management Institute) nel 2018 il 71% delle organizzazioni utilizza l’approccio agile. E la percentuale sale di anno in anno.
Il corso fornisce gli strumenti di base per capire l’Agile e per valutare come utilizzarlo al meglio nella propria azienda

Perché partecipare

  • Per capire cosa c’è alla base della “rivoluzione Agile” nella gestione dei progetti
  • Per capire come governare la transizione verso l’Agile anziché subirla
  • Per poter recitare in modo consapevole il ruolo di stakeholder in progetti Agile
  • Per prepararsi a svolgere il ruolo di “Product Owner”

 

A chi è rivolto

A tutti i manager che governano strutture che usano metodologie di gestione progetti “agili” o che stanno valutando l’opportunità di orientare l’organizzazione verso l’Agile
A tutti i manager che interagiscono con progetti gestiti con metodologie Agile (Scrum, Lean, Kanban, XP ecc.)
A tutti coloro che svolgono o svolgeranno il ruolo di referente del business (“Product Owner” nel gergo Agile) in progetti Agile
A chi vuole capire quando e come passare dalla tradizionale gestione dei progetti in sequenza (“Waterfall”) alla gestione per incrementi rapidi ed incisivi tipica delle moderne metodologie Agile
A tutti coloro che, semplicemente, desiderano capire i concetti chiave alla base della “rivoluzione Agile"

I temi trattati

Il Manifesto Agile e l’”Agile Mindset”. Essere Agile, non eseguire l’Agile
Le varie declinazioni: Scrum, Lean, Kanban, XP ecc. Come scegliere fra le varie metodologie Agile
I concetti fondamentali (Backlog, Sprint, Standups, Retrospective, progressive planning, time-boxing, information radiators, velocity...)
Il team Agile: ruoli e organizzazione
Il progetto Agile in sintesi: fasi di lavoro
L’Agile come strumento per tutti i tipi di progetti. Esempi pratici anche al di fuori dell’IT
Principali punti d’attenzione nel passaggio all’Agile:

- come riconvertire all’Agile i PM tradizionali
- come convivere con l resto del mondo che non è (o non è ancora) Agile
- come applicare l’Agile a grandi gruppi di lavoro: “Agile at scale”

Le tecniche fondamentali
Design: story mapping, wireframes, personas

Estimation: story points, planning poker, affinity estimation
Prioritization: MoSCoW, Kano analysis, MVP/MMF
Planning: burn down/burn up charts, cumulative flow diagrams
Risk Management: spikes, risk burndown graphs

 

DOCENTE

ANDREA PERUZZI

Portfolio e project manager da 27 anni, sia come consulente che come manager in azienda, affianca da alcuni anni all’attività di gestione dei progetti “sul campo” la docenza in corsi di Project/Program/Portfolio Management e di Agile.
Professore a contratto di Project Management and Soft Skills al Master Universitario in Digital Innovation and Fintech dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano; per il PMI (Project Management Institute – USA) svolge numerose attività di volontariato per la diffusione della cultura del project management.
Primo in Italia ad essere certificato Portfolio Manager (PfMP©) dal PMI. E’ anche certificato Project Manager (PMP©) e Agile Practitioner (PMI-ACP©) sempre dal PMI. 

Corsi correlati

Business Development

Organizzazioni più veloci e flessibili

Personal Improvement

Agility: da play maker a game changer

Organizational Performance

La Metodologia Agile per gestire i team e il miglioramento...