Salta al contenuto principale

Il Dna del nuovo cfo

Obiettivi

Il CFO dovrà sempre più svolgere un ruolo di supporto ai vertici aziendali, sia nell’indirizzo delle performance aziendali e delle loro determinanti, che nell’analisi ed interpretazione delle dinamiche di ambiente esterno. Queste prospettive in considerazione del suo contributo nella definizione delle strategie aziendali.

Per essere efficace in questo nuovo ruolo il CFO avrà bisogno di nuovi «saperi» e deve verificare di avere il DNA giusto.

A chi è rivolto

I  Direttori Amministrazione, Finanza e Controllo, Direttori Amministrativi o Chief Financial Officer

I temi trattati

I nuovi 7 «saperi» del CFO sono:

  1.  comunicazione
  2.  costruzione e interpretazione scenario
  3.  strategia aziendale
  4.  project management
  5.  gestione per processi
  6.  soft-skill relazionali
  7.  tecnologie IT e digitalizzazione           

 

A questi nuovi «saperi» si associa un DNA «ideale» per il nuovo CFO, che lo porti a:

  • Effettuare associazioni
  • Porre le domande giuste
  • Osservare
  • Sperimentare
  • Fare Networking

DOCENTE

ALBERTO BUBBIO

Docente di Economia Aziendale e responsabile dei corsi Programmazione e Controllo e Misurazione delle performance aziendali, presso LIUC Business School (Castellanza, VA). È stato docente dell’area Amministrazione e Controllo presso la Scuola di Direzione Aziendale dell’Università Bocconi. È autore di alcuni libri e numerosi articoli sui temi di Controllo di Gestione, calcolo dei costi e Pianificazione Strategica. Svolge inoltre attività di consulenza direzionale su temi di pianificazione strategica, controllo di gestione e general management. Svolge, sempre su questi temi, attività di consulenza direzionale.

Corsi correlati

Organizational Performance

Cfo 2020: una possibile agenda per reagire al coronavirus

Organizational Performance

Cfo 2020: come sta cambiando il mestiere del cfo