Salta al contenuto principale

Megatrend e il loro impatto sui business

Obiettivi

I "megatrend" sono cambiamenti rilevanti, che influenzano molti altri cambiamenti, impattando su diversi settori economici e modificando profondamente forme e meccanismi sociali. Ed hanno una caratteristica fondamentale: sono così profondamente radicati nel funzionamento complessivo del mondo che la sola idea di provare a cambiare un megatrend appare implausibile.
Allora bisogna imparare a riconoscerli e ad interpretarli perché uno dei più diffusi e cruciali errori quando si parla di futuro è confondere tendenze o addirittura mode con un megatrend, ovvero considerare qualcosa che in fondo si può ancora orientare come qualcosa che è sostanzialmente predeterminato e a cui ci si può solo adattare. Le tecniche dell'Anticipazione aiutano a farne uno strumento per ottenere vantaggi competitivi.
 

A chi è rivolto

Capi azienda, amministratori delegati, direttori generali, CFO, CRO, direttori e manager con funzioni che hanno per oggetto lo sviluppo di strategie e decisioni sul futuro dell'azienda, sul design di nuovi prodotti e sul rapporto con i consumatori di domani.

I temi trattati

2 sessioni in aula virtuale che affronteranno i temi:

  • Introduzione agli Studi sui futuri e all'Anticipazione
  • Definizioni ed istruzioni per l'uso dei megatrend con una serie di esemplificazioni
  • Presentazione di alcuni megatrend (e trend collegati)

 

 

 

DOCENTE

ANTONIO FURLANETTO

Scrisse il primo articolo sul rischio nel 1996 per la rivista aziendale della compagnia di assicurazioni per cui lavorava e, anche se non divenne un best-seller, fu il primo segno di quell’interesse curioso di sapere “cosa succede se…” che non si è mai spento. Anche calcolare riserve per sinistri catastrofali di responsabilità civile lo ha spinto a gettare lo sguardo oltre il presente.
Trentino di adozione ma triestino di nascita, si è portato dietro una fatale passione per la cultura tedesca e quella slava, finendo per specializzarsi nel problem solving transnazionale dove culture aziendali, giuridiche ed economiche differenti sono spesso in conflitto.
Ha studiato presso le università di Trieste, Berlino, Lubiana e Genova (Responsabilità civile).

È anche manager, traduttore professionista ma, cosa più rilevante, ha guardato un “cigno nero” negli occhi e quindi può parlarne con cognizione di causa. Lavorando per -skopìa ha reimparato a studiare e si è innamorato delle “linee del tempo” e dei macrotrend.