Salta al contenuto principale

Organizzare e facilitare il lavoro agile o Smart Working

Obiettivi

I nuovi modelli di lavoro saranno sempre più orientati verso l’utilizzo dello smart working, questo comporta già oggi un radicale ripensamento dei rapporti tra persona e lavoro, manager e collaboratori, fornitore e cliente, impresa e ambiente (naturale e sociale), tra banche, persone e imprese.

Il corso offre tecniche e strumenti per progettare e organizzare in modo efficace le attività in Smart Working / Lavoro agile, inserendolo nel processo lavorativo, organizzando i suoi aspetti tecnici e comportamentali e gestendone le possibili resistenze.

A chi è rivolto

A tutti i ruoli aziendali che devono organizzare la modalità lavorativa in Smart Working / Lavoro agile o ne sono coinvolti.

I temi trattati

- Caratteristiche dello Smart Working, progettazione e realizzazione: integrazione dello Smart Working nel processo organizzativo (diagramma di flusso), il Modello delle 3B (Bricks / spazi fisici, Bytes / tecnologie, Behavior / comportamenti).

- Gestire le resistenze alla modalità lavorativa dello Smart Working / Lavoro agile: le resistenze dell’azienda alla sua applicazione e le resistenze dei collaboratori coinvolti.

- Laboratorio formativo personalizzato: ogni partecipante applicherà le tecniche condivise nel corso alla sua realtà specifica, elaborando un primo progetto di applicazione o revisione delle attività da svolgere in modalità Smart Working.

DOCENTE

SILVANO MAGNABOSCO

Ha operato con crescenti responsabilità nell’area Organizzazione in grandi aziende, con un’attenzione particolare alla riorganizzazione dei processi nelle attività di fusione / acquisizione. Dal 2020 è Amministratore  Unico di Afol Ovest (Agenzia Formazione e Orientamento al Lavoro), su delibera del Sindaco della Città Metropolitana di Milano, con il compito di farla confluire in Afol Città Metropolitana di Milano.
Come consulente e formatore supporta le imprese in due aree: analisi competitiva e riposizionamento strategico (anche nei processi d’internazionalizzazione) e ottimizzazione e innovazione dei processi organizzativi (BPM Business Process Modeling).