Salta al contenuto principale

Che cosa ho imparato dal Coronavirus

Contenuti

L’emergenza epidemiologica Covid-19 come occasione per imparare qualcosa di più su di noi e sulle persone che ci circondano, come animali sociali e come membri di una comunità. Da un’esperienza di lockdown - ovvero di chiusura totale - all’apertura verso nuove chiavi di lettura, prospettive e visioni, per approdare a una versione profondamente diversa e più consapevole di noi stessi. In sintesi, come raccogliere tutto ciò che questa esperienza può “lasciarci in eredità”.

I temi trattati

Lo stress

La situazione ha rappresentato un’imponente fonte di stress e ognuno di noi ha sperimentato e messo in atto diverse modalità per gestirlo.

“Quando finirà?” - Si sopporta quasi tutto… a termine

Il peggio che mi possa capitare (“dai retta alla mamma”)

Gli altri

Le nostre relazioni con gli altri sono diventate un momento cruciale, in alcuni casi per  l’assenza, in altri per il filtro dato dai media in altri ancora semplicemente per un livello di presenza cui non eravamo abituati.

Non sei solo

Connessi un bel po’

Noi con noi stessi

L’esperienza vissuta è stata anche l’occasione per conoscere e sperimentare parti di noi diverse da quelle consuete, nel bene e nel male.

Avere tempo: elogio della noia

Paura e relatività

Abitudini

Obiettivi

Incidere sul livello di consapevolezza ed auto-consapevolezza dei partecipanti

Permettere di focalizzare quanto l’esperienza vissuta ci abbia permesso di vedere e di sentire in modo diverso

Elaborare eventuali strascichi di disagio legati all’esperienza

Confrontarsi con soggetti diversi da quelli delle proprie cerchie abituali e avere l’occasione per approfondire prospettive diverse

Cristallizzare quanto appreso in un momento che è sufficientemente vicino e nello stesso tempo distante dalla fase acuta della crisi

In scena

NICOLA GRANDE

Formatore e consulente ha fondato e dirige dal 2001 Spell S.r.l. - Società di Formazione e Consulenza Manageriale, Teatrodimpresa e Videodimpresa.  Autore e performer di numerose lezioni spettacolo e conferenze teatrali rappresentate in contesti sia aziendali che pubblici. Si occupa di progettare ed erogare progetti di formazione con modalità esperienziali; è speaker, entertainer e moderatore in convention ed eventi aziendali. Ha fondato Videodimpresa - divisione per l’uso di video nella comunicazione interna ed e-learning ed è autore di sceneggiature, regista e direttore della fotografia di “corti” a tema aziendale, a supporto dei processi formativi e di comunicazione per società multinazionali. Dal 2003 insegna Marketing Relazionale nel corso di Laurea Specialistica in Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni (CPO), Facoltà di Sociologia, Università di Urbino. Dal 2014 insegna Public Speaking nel CLAMDA-IM (Laurea Magistrale in lingua inglese) dell’Università di Bologna. Ha scritto numerosi articoli su sistemi organizzativi e marketing dei servizi. Ha condotto progetti ed interventi di training e consulenza - su diverse tematiche - all’estero: Russia, Turchia, Bosnia (dieci anni di seguito), Serbia, Spagna, Brasile, Austria, Olanda, Gran Bretagna, Svizzera, Portogallo, Romania, Bulgaria.  

PAOLO VERGNANI

Psicologo e attore, master in ADR, da oltre quarant'anni tiene interventi formativi e consulenze su tematiche psicologiche e relazionali sia per aziende che per enti pubblici. Ha lavorato tra gli altri sulla gestione dei conflitti in Angola, Bosnia, Brasile, Iraq e Vietnam. È stato professore a contratto dell'Università di Ferrara dove ha avuto la responsabilità scientifica del master sulla gestione delle crisi e dei conflitti. Nel 1997 ha tenuto il primo spettacolo di Teatro d'Impresa in Italia. È presidente di SPELL.

Corsi correlati