Salta al contenuto principale

Io, tu, noi: per una nuova filosofia della cura

I temi trattati

Esistono cose essenziali per la vita umana. La cura rientra nell’ordine delle cose essenziali, perché per dare forma al nostro essere possibile dobbiamo aver cura di noi, degli altri e del mondo. Il nostro modo di stare con gli altri nel mondo è intimamente connesso con la cura che abbiamo ricevuto e con le azioni di cura che
mettiamo in atto. Siamo quello che facciamo e quello di cui abbiamo cura. Poiché la vita umana è fragile e vulnerabile, il lavoro di cura è intensamente problematico. C’è il pensiero alla base di ogni azione di cura. Per questo alla cura si può essere educati. Come fa un buon maestro (a scuola e in azienda), per esempio, con un gran dispendio di energie ma ottenendo in cambio una restituzione di senso che non ha uguale. E che lo fa sentire bene: ben-essere. È questa l’essenza della cura: «Consiste nell’essere una pratica e accade in una relazione, è mossa dall’interessamento per l’altro, orientata a promuovere il suo ben-esserci; per questo si occupa di qualcosa di essenziale per l’altro». Ben-agire e ben-essere sono coincidenti. L’occuparsi di sé e l’occuparsi dell’altro, fare da sé e delegare, sapere fino a che punto agire per l’altro o interpretare la cura come lasciare che l’altro agisca da sé, questo è anche il compito di un manager consapevole.

Lecture a cura di

VITTORIO LINGIARDI

Psichiatra e psicoanalista, è Professore ordinario di Psicologia dinamica presso la Facoltà di Medicina e Psicologia della Sapienza Università di Roma, dove dal 2006 al 2013 ha diretto la Scuola di Specializzazione in Psicologia Clinica. La sua attività scientifica riguarda la valutazione e la diagnosi dei disturbi di personalità; l’efficacia della psicoterapia e della psicoanalisi; le identità di genere. Con Nancy McWilliams è coordinatore scientifico del Psychodynamic Diagnostic Manual (PDM-2, Guilford Press, giugno 2017) che nel 2018 gli è valso il Premio Cesare Musatti della Società Psicoanalitica Italiana. È anche poeta con le raccolte “La confusione è precisa in amore” (2012) e “Alterazioni del ritmo” (2015), entrambe pubblicate dall’editore nottetempo. Tra i suoi ultimi libri: “Io, tu, noi. Vivere con se stessi, l'altro, gli altri”, appena pubblicato da Utet nella collana “Dialoghi sull’uomo”. “Diagnosi e destino” (Einaudi, 2018), “Mindscapes. Psiche nel paesaggio”, (Cortina, 2018). Scrive Domenicale del Sole 24 Ore, la Repubblica e il Venerdi di Repubblica, dove tiene la rubrica settimanale “Psycho” su cinema e psiche. Nel marzo 2020 riceverà il premio all’attività di ricerca (Research award) assegnato annualmente dall’American Psychological Association. L’ultimo suo libro si intitola proprio “Io, Tu, noi: Vivere con se stessi, l’altro, gli altri”, pubblicato da Utet nel 2019. Durante il lockdown ha rilasciato numerose interviste e ha scritto articoli sui principali giornali italiani, come il Sole24Ore e la Repubblica.

 

Coordinatore

VALERIA CANTONI

Presidente di ArtsFor, società che a partire dall’incontro tra le humanities e le diverse discipline crea progetti culturali e percorsi di cambiamento e apprendimento organizzativo incentrati sullo sviluppo della persona nella sua integralità. Filosofa e mediatrice umanistica del conflitti, approccio che ha applicato alle organizzazioni per promuovere “leading by-heart”, un nuovo modello di leadership inclusiva e creare ambienti di lavoro emotivamente sicuri, fertili e antifragili. Dal 2007 è docente del corso "Arte e Impresa" all'Università Cattolica di Milano e dal 2015 è membro del CDA della Fondazione Adolfo Pini, dove ha ideato e dirige il progetto Casa dei saperi, un luogo di apprendimento continuo e scambio pluri-disciplinare tra e con i millennial sul tema delle nuove utopie applicate alla vita e al lavoro. Ha tre fonti di apprendimento: i libri, la lunga esperienza con le persone nelle imprese, i figli adolescenti, che la pongono ogni giorni di fronte all’inatteso. Da febbraio 2020 si aggiunge anche il Covid19.

Valeria Cantoni introduce l'ospite

Io, tu, noi: per una nuova filosofia della cura

Scopri di più

Corsi correlati