Salta al contenuto principale

Team coraggiosi e nuovi modi di lavorare

Obiettivi

Nel contesto attuale le aziende hanno bisogno di team che con coraggio traghettino lorganizzazione verso un nuovo modo di lavorare. Ma si può infondere coraggio alle proprie persone? Quanto il coraggio delle persone ha a che fare con le decisioni organizzative che un manager può prendere?
Il webinar propone una riflessione rispetto a quali sono le principali leve organizzative in mano a un manager per abilitare (o al contrario frustrare) il coraggio del proprio team. Una riflessione che attraversa i temi della responsabilità diffusa, dellautonomia, della qualità decisionale, della valorizzazione dellerrore e dellimprenditorialità.

A partire da esempi che arrivano da differenti campi del sapere (dallo sport allo spettacolo, dallimprenditoria ai movimenti sociali) andremo a definire delle linee guida utili a costruire un contesto lavorativo in grado di favorire il coraggio e in cui le persone possano esercitare quella libertà di pensiero che è necessario in ogni momento di grande transizione.

A chi è rivolto

Il webinar si rivolge direttamente a tutti quei manager che in questo momento sentono la necessità di spingere i propri team verso dinamiche decisionali più imprenditoriali. Team in cui autonomia del singolo, responsabilità diffusa e la non paura di sbagliare diventano degli elementi acquisiti che spingono il gruppo a scelte coraggiose per rispondere a contesti sempre più incerti.

I temi trattati

  • Lavorare sullautonomia delle proprie persone
  • Costruire contesti in grado di valorizzare lerrore
  • Passare dal concetto, un po’ paternalistico, di delega a quello di responsabilità diffusa
  • Allenare il proprio team a prendere decisioni di qualità sotto pressione

DOCENTE

PAOLO ANTONINI

Nel gennaio 2016 fonda ArtsFor_ con Valeria Cantoni e Camilla Invernizzi. Nel 2008 entra in Trivioquadrivio dove si è occupato di apprendimento organizzativo e di ideazione di progetti di comunicazione su base nazionale e internazionale e festival culturali sul territorio. In ambito formativo progetta programmi formativi anche attraverso l’ideazione di Art Based Programs che utilizzano cinema, teatro, musica e arti figurative come strumenti formativi in contesti business. È ideatore del metodo Mind Fitness, dedicato all’apprendimento organizzativo attraverso la lettura di opere d’arte contemporanea. È facilitatore certificato della metodologia Lego Serious Play. È socio fondatore dell’associazione Art For Business.