Salta al contenuto principale

Osservatorio Nazionale sulla Competitività delle Imprese del Terziario

Osservatorio

Per il secondo anno consecutivo CFMT, in collaborazione con LIUC-Università Cattaneo, conduce l’Osservatorio Nazionale sulla Competitività delle Imprese del Terziario per monitorare la competitività di imprese e cluster operanti in Italia nell’ampio e diversificato mondo dei servizi.

Nel rinnovato contesto nazionale e globale in cui si trovano ad operare, imprese e manager hanno bisogno di strumenti nuovi che possano aiutarli ad anticipare i cambiamenti, essere efficaci ed efficienti e coniugare la visione di breve con quella di lungo periodo.

Il CFMT, che da sempre lavora a stretto contatto con la comunità di manager ed aziende dei servizi italiani, ha quindi rilevato la necessità di creare un Osservatorio Nazionale che potesse dar voce a imprese e manager di tutta Italia per ascoltare e comprendere le loro difficoltà e le loro esigenze.

L’Osservatorio nasce con l’obiettivo di identificare strumenti e soluzioni che possano aiutare organizzazioni e manager ad operare nell’attuale contesto competitivo nazionale e globale offrendo loro strumenti pratici e ricette manageriali utili a comprendere le determinanti della competitività del settore, ripensare i modelli strategici e gestionali alla base della competitività e identificare le competenze necessarie per sviluppare l’imprenditorialità e l’intrapreneurship aziendale.

L’Osservatorio sarà basato presso l’Institute for Entrepreneurship and Competitiveness di LIUC, diretto dal Prof. Fernando Alberti. Nato da una partnership con l’analogo Istituto diretto dal Professor M. E. Porter presso la Harvard Business School con il quale opera in stretta connessione, l’Institute for Entrepreneurship and Competitiveness concentra la sua attività di ricerca e consulenza sui processi imprenditoriali, innovativi e strategici che accelerano la competitività di imprese, distretti, cluster, istituzioni e territori. Vanta una faculty internazionale composta da accademici, imprenditori, consulenti e policy maker.

Tre i focus principali di intervento dell’Osservatorio: le imprese e i manager, con i quali si vuole rispondere a domande come “Qual è lo scenario di riferimento e quali sono le prospettive per le imprese dei servizi in Italia? Quali sono le leve strategiche e operative sulle quali i manager dei servizi possono agire per migliorare la competitività delle proprie imprese?”; il knowledge sharing, per favorire il confronto e la cooperazione tra i manager delle imprese di servizi in Italia a livello sia locale che regionale; e, infine, il networking per favorire non soltanto la condivisione interna ma anche quella esterna. Un confronto internazionale possibile grazie alla faculty allargata del Professor Porter al quale l’Institute for Entrepreneurship and Competitiveness attivamente partecipa da quasi dieci anni e che permetterà ai manager italiani non solo una visione as is del perimetro del Terziario in Italia, ma anche una visione a tendere del settore nel mondo.

Le novità per il 2020

  • “Harvard Business School Competitiveness Survey” – quest’anno la seconda edizione italiana della survey verrà estesa non solo alle imprese dei servizi ma anche alle imprese operanti nei settori manifatturieri tipici del Made in Italy. L’obiettivo è quello di indagare la percezione di manager ed imprese dell’ambiente competitivo in cui operano, il livello qualitativo e le prospettive future.

 

  • “analisi dei cluster” - l’analisi verrà condotta in collaborazione con Richard Bryden - Project Director of U.S. Cluster mapping project at the Institute for Strategy and Competitiveness of Harvard Business School. L’obiettivo sarà quello di approfondire le nuove relazioni e connessioni tra il settore dei servizi e le imprese del manifatturiero, offrendo anche una visione comparata a livello regionale e internazionale. La grande novità del 2020 sarà la creazione del primo sito italiano dedicato al cluster mapping per la condivisione aperta di dati, informazioni e contenuti.

 

  • “competitività delle imprese” – la competitività delle imprese verrà valutata attraverso un’analisi economico-finanziaria condotta su un campione di imprese operanti nei vari settori dei servizi e del manifatturiero. La stessa analisi verrà anche ripetuta sul campione delle imprese cosiddette “iper-competitive”, ossia tutte quelle imprese che presentano un Return on Investments (ROI) maggiore del 50% rispetto alla media del settore per tre anni consecutivi. Quest’anno verranno presentate non solo le case histories più significative dei servizi ma anche quelle dei settori manifatturieri al fine di indagare le nuove relazioni, sinergie e complementarietà che si riscontrano tra i due mondi.

Partecipa alla Survey "COMPETE"

L’Osservatorio ha anche attivato una ricerca online - disponibile qui o sul banner cliccando su "Partecipa alla Survey" - tesa a comprendere le principali sfide e difficoltà che manager e imprenditori si trovano ad affrontare quotidianamente e, auspicabilmente, supportare la competitività delle imprese in Italia. L’indagine è aperta e rivolta a tutti i manager ed imprenditori che vogliono aiutarci ad analizzare l’ambiente competitivo in cui si trovano ad operare e, soprattutto, valutare la capacità delle imprese italiane, operanti nei settori del terziario, di sui mecompetere rcati globali. La survey rimarrà aperta fino alla luglio.

Rappresentanti della LIUC Università Cattaneo

Fernando G. Alberti
Direttore Osservatorio Nazionale sulla Competitività delle Imprese del Terziario

Stefania Ferrario
Ricercatrice

Federica Belfanti
Ricercatrice