Salta al contenuto principale

Ripartire dalla bellezza: la Scuola Grande di San Marco

Il viaggio: la quarta tappa

Il progetto l'Italia che incanta prosegue il suo viaggio alla riscoperta delle bellezze italiane approdando a Venezia presso La Scuola Grande di San Marco, la più importante tra le sei presenti in città e la prima a essere stata soppressa dai francesi (facciata di Mauro Codussi, 1499) è oggi l’ingresso monumentale dell’ospedale civile (una cui porzione è anche ciò che rimane dell’antico monastero domenicano). I locali della vasta Sala del Capitolo sono diventati un museo particolarissimo, quello della storia della medicina e della chirurgia. Nella sala capitolare, ornata da un soffitto a cassettoni sul quale campeggiano decine di leoni alati, le teche raccontano dei progressi medici e scientifici nel corso della storia, ma anche le storie della Scuola e di San Marco e del suo rapporto con la città.

L'adiacente sala dell’albergo mostra delle riproduzioni a grandezza naturale (oggettivamente indistinguibili dagli originali, conservati alle Gallerie dell'Accademia) dei dipinti di Bellini, Tintoretto, Paris Bordon – che raccontano la vita e le leggende di San Marco – che possono così essere ammirati negli spazi per le quali furono concepite.

Assieme alla Scuola Grande l’ospedale preserva gli spazi dell’ex monastero, incluso l’incredibile corridoio con le ex celle dei frati, al quale si accede salendo una scala molto ornata, su un lato del quale c’è l’antica biblioteca di San Lorenzo. Sul portale della Scuola, infine, i graffiti storici di navi e gondole, la figura umana del “levantino” (sulla quale insiste una leggenda molto suggestiva) e alcune curiosità come una doppia stella a otto punte dal sapore cabalistico e un @ datato 1745.

Nicola Spagnuolo, Direttore del CFMT, intervisterà Edgardo Contato, Direttore dell’Ulss veneziana e Alberto Toso Fei Esperto di storia segreta e di mistero, è giornalista, scrittore e saggista tradotto in più lingue.

Nel corso dell'intervista verranno esplorate due realtà quella manageriale attinente all'ambito pubblico sanitario per comprendere quali siano state le principali difficoltà che ha dovuto affrontare questo settore durante questo periodo così particolare e quali saranno le sfide future. Affronteremo anche l'aspetto artistico ed architettonico di una delle sette scuole grandi esistenti in città, affascinante edificio rinascimentale che si affaccia sul Campo Santi Giovanno e Paolo a Venezia, importante polo culturale di conoscenza medica scientifica.

L'evento organizzato da CFMT in collaborazione con Manageritalia Veneto è aperto a tutti i dirigenti del territorio nazionale. Il Presidente del CFMT Pietro Luigi Giacomon e il Presidente di Manageritalia Veneto Lucio Fochesato saranno presenti e interverranno per l'apertura dei lavori.

In collaborazione con 

v

 

INTERVISTA

NICOLA SPAGNUOLO

È direttore di CFMT Centro di Formazione e Management del Terziario.
Esperto di processi formativi ha ricoperto, per circa tre anni, la direzione del settore sviluppo associativo di Confcommercio nazionale, organo italiano di rappresentanza delle imprese impegnate nel commercio, nel turismo e nei servizi. Dal 2006 al 2016 è stato direttore generale Iscom Emilia Romagna, l’ente di formazione di Confcommercio - Imprese per l’Italia dell’Emilia Romagna, ed è stato Presidente per la Fondazione I.T.S. “Turismo e Benessere”.

GUEST SPEAKER

EDGARDO CONTATO

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1983 all’Università di Padova, dove ha conseguito la specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva per la Sanità Pubblica nel 1988 e in Igiene e Medicina Preventiva della Tecnica Ospedaliera nel 1990. Dal 2021 è Direttore dell’Ulss 3 Serenissima. Nell’Azienda USL di Ferrara, ha maturato un’esperienza decennale nel campo della direzione, quale Responsabile Sezione Alimenti e Virologia Presidio Multizonale, Direttore del Distretto di Ferrara e Distretto di Copparo, Direttore Sanitario, Direttore Generale facente funzioni, Direttore di Struttura Complessa in Igiene e Sanità Pubblica del Dipartimento di Sanità Pubblica. Ha gestito Progetti Speciali per la AUSL di Ferrara nella razionalizzazione della Rete ospedaliera aziendale con supervisione delle scelte strutturali ed organizzative, nella riorganizzazione della rete dei distretti, nell’integrazione tra servizi territoriali e ospedalieri e integrazione tra percorsi sanitari e socio assistenziali. Autore di circa 40 pubblicazioni prevalentemente sui temi di epidemiologia e di organizzazione dei servizi sanitari.

ALBERTO TOSO FEI

Veneziano dal 1351, discende da una antica famiglia di vetrai di Murano. Esperto di storia segreta e di mistero, è giornalista, scrittore e saggista tradotto in più lingue. Si avvale delle straordinarie opportunità offerte dalle nuove tecnologie e sperimenta forme nuove di narrazione e storytelling; ha creato la pagina Facebook e canale YouTube “Venezia in un Minuto”. La sua graphic novel “Orientalia” è stata candidata al Premio Strega 2017. Alberto Toso Fei è protagonista della vita culturale a Venezia e punto di riferimento per la sua storia; è direttore artistico del festival “Spettacoli di Mistero” che coinvolge ogni anno oltre cento località della regione).

Corsi correlati