Salta al contenuto principale

A tu per tu con Giuseppe Bergomi

Le medaglie più importanti sono quelle che non si vedono

Obiettivi

La metafora dello sport è sempre più considerata una pietra miliare della formazione manageriale: l'obiettivo è quello di trasferire nell’ambito corporate le dinamiche della leadership, della motivazione costante, dell'empatia e della gestione del team, proprie della sfera sportiva.

Sport e Lavoro, ovvero la rappresentazione di valori e peculiarità dei diversi mondi e la ricerca di connessioni di interesse reciproco: la mutua influenza tra concetti quali leadership e team management, tipici del mondo aziendale, ed elementi quali motivazione e gestione delle emozioni del mondo dello sport.

Un ciclo di webinar con ospiti d'eccezione, racconti di storie e testimonianze di grandi personaggi dello sport italiano, messaggi positivi di speranza e suggerimenti su come riprendere, reinventarsi e prevedere il futuro attraverso l’ allenamento, la fatica, la dedizione e il sacrificio. 

Gli ingredienti del format

Un’ora di coinvolgente dibattito condotto da Giovanni Bruno, giornalista di Sky Sport, con grandi personaggi dello sport italiano.

Attraverso il racconto di successi, sconfitte e aneddoti sportivi, ripercorreremo insieme i passi dei grandi campioni azzurri nella strada, non certo priva di ostacoli, verso la vittoria.

A conclusione del dibattito, il punto di vista del manager Matteo Pastore, di MGP Sports Consulting, e del Direttore di CFMT Nicola Spagnuolo sul parallelismo tra la testimonianza sportiva ed il mondo del lavoro, fatto di difficoltà e opportunità.

In questo appuntamento con Giuseppe Bergomi parleremo di: 

– Tutti hanno un ruolo nel calcio come nel lavoro
– Le doti del campione e del manager: comunicazione, leadership e rispetto dentro e fuori dal campo

 

GUEST SPEAKER

GIUSEPPE BERGOMI

Giuseppe Bergomi, detto Beppe, è un ex calciatore, campione del mondo nel 1982 a soli 18 anni e medaglia di bronzo nei Mondiali di Italia '90. Ha indossato sempre e solo la maglia dell’Inter nei 20 anni della sua carriera da difensore (dal 1979 al 1999), con 519 presenze in campionato e 81 in Nazionale Azzurra, di cui 4 Mondiali. Nel suo palmares conta due scudetti, una Coppa Italia, una Supercoppa italiana e tre edizioni della Coppa UEFA, e nel 2004 è stato inserito nella lista dei 125 migliori calciatori viventi. Dopo il ritiro dall'attività agonistica si è dedicato in parte all’attività di allenatore e dal 2003 è anche noto come opinionista televisivo.

RELATORI

GIOVANNI BRUNO

Editorialista Sky Sport e volto esperto e competente delle trasmissioni di informazione ed approfondimento. Inizia il suo percorso nel giornalismo come inviato dalla RAI per seguire il percorso di Azzurra in Coppa America per i TG e le trasmissioni sportive, e successivamente Capo Ufficio Stampa del team.
Ha collaborato con Mediaset, Telecapodistria e le reti Fininvest. È stato poi Direttore della Rai per il Giro d’Italia e molti altri eventi sporitvi. Dal 2003 entra in Sky Sport dapprima come Responsabile Eventi Speciali e poi come Direttore fino al 2016.

NICOLA SPAGNUOLO

È direttore di CFMT Centro di Formazione e Management del Terziario.
Esperto di processi formativi ha ricoperto, per circa tre anni, la direzione del settore sviluppo associativo di Confcommercio nazionale, organo italiano di rappresentanza delle imprese impegnate nel commercio, nel turismo e nei servizi. Dal 2006 al 2016 è stato direttore generale Iscom Emilia Romagna, l’ente di formazione di Confcommercio - Imprese per l’Italia dell’Emilia Romagna, ed è stato Presidente per la Fondazione I.T.S. “Turismo e Benessere”.